0

Libri. Maxima-Minima e l’Operaio di Junger che interviene sulla materia e sul mondo

Pubblicato il 10 marzo 2013 da Manlio Triggiani
Categorie : Libri

juengerL’ Operaio , uno dei principali testi scritti da Ernst Jünger, fu edito nel 1932. Un testo difficile ma basilare nell’ambito della filosofia jüngeriana. A distanza di anni, nel 1964, lo scrittore tedesco ritenne di chiarire alcuni passaggi del suo libro L’Operaio che non rientrava nelle categorie marxiane e pubblicò Maxima-Minina , libretto in forma di aforismi, concepiti come note a margine del libro L’Operaio . Al centro di queste osservazioni c’è la tecnica, con analisi sull’incidenza sociale, politica, economica e etica, spiegando che l’Operaio, colui che produce un’opera, è una figura metafisica che, alla pari degli alchimisti, interviene sulla materia per trasformare il mondo.

copertina junger*Maxima-Minima di Ernst Jünger, Guanda ed., pagg. 123, euro 12

Di Manlio Triggiani

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>