0

La polemica. Il pudore (a scoppio ritardato) di Angela Bruno via breve per la notorietà in tv

Pubblicato il 1 marzo 2013 da Diletta Maioli
Categorie : Scritti

angela brunoPremessa d’obbligo: non mi piacciono le battute da caserma. Parto da qui per parlare di Angela Bruno, l’offesa a scoppio ritardato da Silvio Berlusconi. La battuta (“lei viene?”), sciocca, volgarotta, evitabile era, comunque, una battuta. Lui è così, lo conosciamo; per la boutade al momento giusto, si farebbe tagliare una mano! Aggiungo che, vista l’età, dovrebbe imparare a contenersi, ma tant’è!

La signora in questione ha sentito l’offesa solo a molti giorni di distanza e da quel dì ce la dobbiamo sorbire! Prima il passaggio a Piazza Pulita, dove disse che la figlia di 13 anni piangeva da giorni per questa cosa. (Beh, se mia figlia, a 13 anni, riuscisse a capire un tale doppio senso, da madre mi preoccuperei) Poi, da Santoro. E qui, un fiume in piena. Chiede le scuse per tutte le donne italiane: no, le chieda solo per lei, semmai! (E comunque, qualcuno da cui esigere delle scuse c’è: la sua estetista! Ma che sopracciglia le ha fatto?!?) Perché, io e la Bruno, stiamo su pianeti diversi! Io so distinguere quando un uomo vuole davvero offendermi o quando vuol solo fare il buzzurro! E se penso mi stia offendendo, so anche come reagire! Non sto al gioco, non rido come un’oca giuliva!

Da donna, io non sopporto queste donne! Pronte a sfruttare qualunque cosa per il loro quarto d’ora di notorietà. Ecco, la Bruno avrebbe sforato, adesso basta! Leggesse meno Concite e Natalie (anche se dubito molto che sappia chi siano, tanto meno che le legga! E questa sì, che è tutta salute!) e si rilassasse! Oddio, si fosse svegliata prima, magari, un seggio in Parlamento, lo trovavano anche a lei! Visti certi esemplari di donne pronte ad entrare o rientrare! La Bruno ci sta provando a modo suo, come quelle giovani, candide ragazze che entravano ad Arcore bardate chissà come e poi te le ritrovavi in tribunale con la camicetta con le ruches, il golfino da studentella e gli occhialoni da nerd! E la coda di cavallo, che fa tanto signorina per bene! E, magari, a 17 anni stavano con l’imprenditore di 60 che, sicuramente, le portava a guardar le stelle! Vabbè, signora Bruno che dice? La finiamo qui? O l’aspettiamo dalla Gruber? Perché, come direbbe qualcuno, lei, in tv, viene molto…

Di Diletta Maioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *