0

Premier. Guerra a Newcastle. Tifosi contro Pardew, che replica: “Isteria di massa”

Pubblicato il 19 settembre 2014 da Giovanni Vasso
Categorie : Sport/identità/passioni

SackPardew_BW_v2Stavolta, la testata se la prende lui. Scoppia la battaglia di Newcastle. Tra l’allenatore Alan Pardew e i tifosi Magpies è guerra aperta: i fan si mobilitano per chiedere l’esonero del tecnico che li taccia di essere vittime di un’isteria di massa. E annunciano una clamorosa iniziativa “Sack Pardew” (Esonerate Pardew), per l’incontro di sabato contro l’Hull City.  Tutto per colpa dell’inizio di Premier davvero deludente, culminato con la disfatta (0-4) contro il sorprendente Southampton di Ronald Koeman e Graziano Pellé. Ma non è (solo) questo. Dietro c’è una lunga serie di insuccessi, incomprensioni e scontri tra l’allenatore e il tifo bianconero che, ormai, durano da tempo.

La protesta dei Geordies è serissima quanto determinata. I tifosi hanno aperto anche un sito internet (http://sackpardew.com/) e diffuso centinaia di volantini invocanti l’esonero dell’ex commentatore Bbc tornato in panca da qualche stagione. Gli rivolgono accuse gravissime: “Protestiamo contro i risultati scadenti degli ultimi due anni, protestiamo contro la sua doppiezza e le sue promesse da marinaio, protestiamo contro la cattiva gestione del club e della squadra, protestiamo contro il suo interessato fraintendere le nostre speranze e le nostre aspettative, protestiamo contro la sua decisione di continuare a difendere una posizione ormai chiaramete indifendibile”. La città s’è organizzata e subito, già dalla prossima gara contro l’Hull City in casa al St James’ Park, verranno esibiti i volantini contro Pardew. Per una strana e curiosa coincidenza del destino, l’allenatore che – a marzo scorso e proprio contro gli arancioneri – si esibì in una testata ai danni di un calciatore avversario, dovrà incassare proprio contro le Tigri la capocciata da parte del suo pubblico.

Il tecnico dei bianconeri, però, si difende dalle accuse dei tifosi. E lo fa in maniera scomposta, entrando a gamba tesa sulla protesta dei fans: “Soffrono d’isteria di massa”. E poi ha rassicurato, a Sportsmail, di non aver avuto nessun colloquio con Mike Ashley, patron del Newcastle e, perciò, di non temere per la sua panchina. La battaglia di Newcastle, continua. Chissà chi la spunterà.

@barbadilloit

@giovannivasso

Di Giovanni Vasso

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>