38

Il caso. Gianfranco Fini si schiera con i montiani e definisce “traditori” i Fratelli d’Italia

Pubblicato il 12 maggio 2014 da Odoacre Chierico
Categorie : Politica

gianfranco fini biondoGianfranco Fini, dopo il flop dell’alleanza con Mario Monti alle politiche e la mancata elezione alla Camera, “persevera” e annuncia a La Stampa che voterà il 25 maggio la lista dei liberaldemocratici “Scelta europea”.

L’ex segretario di An, che si dedica ormai solo alla fondazione LiberaDestra, passa al vaglio tutte le proposte politiche per Strasburgo: “Forza Italia non va presa in considerazione”, mentre Fratelli d’Italia “ha tradito la storia di An”. Una stilettata al partito della Meloni. Perché? “La scelta contro l’euro è un clamoroso abbaglio”. E per questa tesi politico-economica, Fini sfodera addirittura la categoria del tradimento…

Infine gli orientamenti di Fini, con le opzioni “potabili”: “Scelta Europea o l’alleanza, timida e pallida, tra Alfano e Cesa”. 

@barbadilloit

Di Odoacre Chierico

38 risposte a Il caso. Gianfranco Fini si schiera con i montiani e definisce “traditori” i Fratelli d’Italia

  1. Saranno contenti Augello, Angellili , la barbara Saltamartini, Vincenzo Piso e tanti altri ex in portafoglio tipo Scoppellitti ecc. ecc.

    Comunque a proposito di Traditori/Indagati …

    http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/POLITICA/finanziamento_illecito_partiti_conclusa_inchiesta_alemanno_processo/notizie/685493.shtml

  2. E RICORDATE CHE IL GIANTULLIANO DA MONTECARLO DI TRADIMENTI SE NE INTENDE !

  3. La traditrice Meloni che quando Fini si oppose alla deriva berlusconiana lei stava a votare per Ruby nipote Mubarak… Spero torni in campo Fini per dare all’Italia un VERO centrodestra! Alla faccia dei cialtroni Meloni e LaRussa….

  4. Quella di uscire dall’euro anche a me pare una cazzata, in assoluto Fini ha ragione anche sullo spirito di An ma si sa che per il 4 per cento si fa di tutto e alla fine il voto glielo darò pure io

  5. Ragazzi non fatevi infinocchiare né da questo arrivista, venduto, distruttore di un partito del 14%, spinto e protetto da comunità ebraico/massoniche (vedi dichiarazioni in Israele);
    né dai fratelli di silvio, figli dello stesso fini con cui la meloni sciolse an, votanti nel caso ruby nipote di M., votanti e astenuti nei trattati di lisbona e fiscal compact, riciclati fino all’inverosimile.
    ASTENSIONE!

  6. Ma ancora perdete tempo a commentare le dichiarazioni di questo individuo? Finalmente ci ha confermato di aver aderito alla corrente di Tabacci e Monti e quindi non è più meritrvole di perdite di tempo da parte della redazione e dei lettori. Usiamo gli spazi in modo più serio. Dico solo a Michele: è da molto tempo che sta cercando di tornare, solo che nessuno dei burattinai che lo hanno manovrato lo vuole più e di cosa ne pensa il nostro popolo si è visto ai funerali di Rauti.

  7. Caro Gianfranco, salutaci tanto caramente i tuoi amici americani. A proposito, ma tu del South Stream e del Nabucco non sai niente eh?

  8. IN FRANCESE FINI SI PRONUNCIA FINì: NOMEN OMEN!

  9. Caro Gianfranco , di dò del tu quando da bolognesi tu eri iscritto al Fronte della Gioventù ed io al Fuan dell’Università di Bologna con il compianto Marcello Bignami , e tifavamo entrambi allo stadio per il Bologna( che fine ha fatto pure questa squadra ), mi sembra che tu abbia fatto la scelta di andare con la squadra anche di fermare il declino . Forse ti riferisci al tuo declino ? Ai tuoi cambi di casacca , compreso nel calcio , dal Bologna alla Lazio , da A.N. che hai affondato a scelta civica con una virata al centro formidabile ? Liberissimo di suicidarti nella politica , ma per cortesia , non chiamare traditori chi cerca di ricostruire la destra in Italia , che tu hai distrutto . Guardati dentro prima di parlare .
    Con sincerità , con rispetto , ma con tanta rabbia ed amarezza
    Pier Alberto Possati
    Verona/Bologna

  10. Nè Fini, né Fratelli D’Italia hanno il diritto di poter ancora fare politica riferendosi ai valori di destra. Sono stati tutti degli opportunisti che al momento giusto hanno tradito l’elettorato, distruggendo la casa comune della destra. Ora vorrebbero tornare a ricostruire quello che hanno distrutto, ma lo facciano con il loro di sangue e con il loro fondo schiena. Ma non vengano a dichiararsi di destra. Sono tutti farabutti che meritano l’allontanamento dalla politica. Sono stati i primi a tradire, che se ne vadano, si vergognino del loro operato, degli ideali traditi, del mancato coraggio di essere di destra.Dovrebbero essere condannati per falso ideologico. Buttatevi nel cesso e tirate la catena.

  11. Chi scrive l’articolo dovrebbe anche informarsi che i montiani in scelta europea non esistono. Monti e con lui i “montiani” hanno lasciato scelta civica mesi fa e in scelta europea non hanno mai messo piede.

  12. fratelli d’italia potrebbe andare bene ma gli amici dei ligresti non rientrano nella famiglia ne i discorsi sull ‘ europa EUROPA NAZIONE CONTRORIVOLUZIONE dicevamo dal 70 al 80 è ora? e la futura e scontata alleanza col nano? io resto come ero negli anni 70 o GRILLO O NIENTE LA DESTRA IN ITALIA NON C’E’ DA FIUGGI ORMAI.

  13. Risposta a Pino . Forse è destra , purtroppo , dico purtroppo con grande rammarico , quella di Storace che si è messo ancora nelle braccia berlusconiane , solo per cercare (questo è il suo compito , null’altro) di fermare il passaggio continuo di Sindaci e di consiglieri dal Pdl ad A.N.? Mi dispiace grandemente che abbia fatto questo errore . E’ destra quella di Fiamma Tricolore di Romagnoli , che per alcuni posti in lista nelle comunali , non ha confermato in ultimo il patto per le Europee ? No , entrambi i casi , sono solo tatticismi . Preferisco il silenzio , per ora , di Menia che è diventato Presidente del Ctim al posto del compianto Mirko Tremaglia . Fratelli d’Italia-A.N. sta cercando disperatamente di ricostruire una destra , distrutta dai personalismi e dagli egocentrismi , prima che la sinistra prenda il sopravvento per dieci anni , ed è l’avversario da battere , contro la quale nè Alfano , nè Berlusconi possono battagliare , perchè compagni di ” merende ” .in toto od in parte (vedi porcellum secondo ) Salviamo la destra votando Fratelli d’Italia- A.N.

  14. La Meloni può guardare il suo passato politico con orgoglio , Fini non altrettanto .
    Ha fatto morire 2 volte A.N. , prima facendolo entrare nel Pdl , poi virando al centro fondando il Fli .
    Due errori politici che hanno portato nel baratro la sua persona.
    Ora è meglio che si disinteressi di politica e non lanci accuse di tradimento , che sono per lui un vero e proprio boomerang.
    Pensavo che fosse più saggio…..

  15. Per Pier Alberto Possati.
    Il fatto che Menia stia zitto è l’unica buona notizia degli ultimi tempi.
    Forse sta riflettendo sull’opportunità di aver retto la coda al “nulla con gli occhiali”, cosa che da uno con la sua storia politica non mi sarei mai aspettato.
    Nonostante gli vada riconosciuto il suo voto contrario (unico, credo) allo scioglimento di an (comunque già già effettiva pietra tombale di ben determinati Valori), lui è comunque uno dei corresponsabili della fine della Destra politica italiana, utile idiota agli ordini di berlusconi prima (non si è dimesso al momento della costituzione del pdl) e di napolitano, della sinistra italiana e dei poteri forti internazionali poi (fondazione del fli).
    Sugli altri (fdi, storace, romagnoli, ecc) è meglio stendere un velo pietoso (vengo anch’io? No tu no. Ma perché? Perché no!!).

  16. Sempre per Pier Alberto.
    Non credo che nessun militante del MSI della mia età si sia mai aspettato alcuna stilla di saggezza da parte del “nulla con gli occhiali”.
    Purtroppo ce lo siamo ritrovato segretario del FDG su nomina diretta di Almirante quando, se non ricordo male, arrivò ultimo alle elezioni interne su 5/6 candidati (mi pare le vinse Tarchi con ampio distacco).
    Poi è passato sotto il controllo di vari burattinai (tatarella, berlusconi, napolitano) che l’hanno usato e, spero, ora buttato nell’angolo degli ultimi.

  17. Menia, Fini, Gasparri , Larussa, Storace …. E pensare che questi penosi personaggi a fine anni settanta ce li avevamo tutti ‘ a portata di cazzotto in bocca ‘ … E non vado oltre … Buffoni tutti … Nullita’

  18. Rispondo a tutti con la saggezza di chi , già Fuan negli 65 a Bologna , classe 45 , ha fatto tante battaglie anti-comuniste . Ora mi è ritornata la voglia di lottare a quasi 70 anni , dopo tante delusioni , per riportare un pò di vera destra in Italia ed in Europa . Ho letto il programma di Fratelli d’Italia-A.N. ( fatelo anche voi prima di giudicare solo le persone ) , ho letto il programma di Marina Le Pen , che ha tanti punti in comune . Vi chiedo di mettere a parte i rancori ( ne ho tanti anch’io ) e di ripartire uniti , come ci chiese Almirante fondando l’Msi-Destra Nazionale . Battagliando fra di noi , astenendoci , facciamo un favore a chi vuol fare ancora governare l’Europa delle lobby , dei banchieri e della Merkel . Portiamo in Europa chi fa gli interessi dell’Italia . Io ci credo nuovamente , proviamoci , spero che accettiate la mia buonafede di lunga militanza a destra .
    Pensate , ad esempio , che stamane , insieme a tanti ragazzi , partecipo a quasi 70 anni ad un gazebo di propaganda nel mio quartiere .
    Chi me lo fa fare ? La voglia e la speranza di ripartire . Mi verrebbe da scrivere un nostro motto degli anni 70 ” boia …. ” , ma ho paura che lo censurino .
    Grazie , di cuore , a chi accoglierà questo appello .

  19. Signor Possati, con il rispetto per la sua descisione, ma ne valeva davvero la pena appassionarsi ad un gruppo dirigente di questa portata etica. Siccome quando si vota si delega qualcuno a prendere decisioni al posto tuo, né io né tantomeno lei dato il suo passato , può essere rappresentato da chi:
    – scioglie an(14%) per diventare impiegato del nano
    – vota in parlamento ruby nipote di Mub.
    – vota o si astiene su trattati di lisbona e fiscal c.
    – appoggia, fino al volere di Silvietto, il governo massonico Monti
    Signor Possati, la sua preziosa esperienza dovrebbe essere messa al servizio della creazione di una vera area sociale unita, fuori dall’ormai obsoleta nomea destra-sinistra. Questi prima di inserire nel simbolo la fiammella che più piccola non si può, avevano scritto “centrodestra nazionale”.
    Ormai sappiamo chi sono e quello che valgono.
    Discorso a parte per la base militante, che purtroppo sta di nuovo cadendo nel loro tranello.

  20. La Fiamma e la scritta Alleanza Nazionale è stata data successivamente dalla Fondazione , per cui subito è stato cambiato il simbolo che da adesso in avanti tutti gli Italiani troveranno sulle schede elettorali .
    Gli errori nel passato dell’ex On. Fini non si contano , per quanto riguarda gli altri punti citati era obbligo votarli perchè c’era la fiducia al governo e guai opporsi a Berlusconi che decideva la linea politica .
    Io guardo al futuro , partiamo dal 5%-6% e poi andiamo avanti a ricompattarci e convincere la gente e gli elettori che finalmente facciamo e diciamo cose di destra . Intanto le stiamo applicando nei Comuni ( circa 40 )dove abbiamo o il Sindaco o il Vicesindaco .
    Mettiamoci di nuovo alla prova : se falliamo, la destra in Italia è morta per venti anni , no astensione o dispersione di voti .

  21. Meno male che Fini ha detto che vota Scelta civica , che così ha ancora minori possibilità di entrare nel Parlamento Europeo . Se avesse detto voto Fratelli d’Italia- Alleanza Nazionale avrebbe bloccato e distrutto la rinascita di questo Partito.

  22. caro per alberto fossati il programma deve essere, oltre che letto, portato avanti e se uno fa il lacchi è dei ligresti difficilmente potrà lottare contro l’Europa delle lobby , dei banchieri e della Merkel anche perchè sappiamo già che poi alle politiche i fratelli diventeranno i portatori d’acqua al mulino del nano quindi di quale destra vogliamo parlare ?

  23. Ma e’ semplice, parliamo della destra nazionale, ovvero della destra antifascista da sempre … Che poi sia ieri Fini ed oggi Larussa ad interpretarla cambia pochino …. Sempre affaristi e anti-fascisti sono …

  24. Comunico che la Meloni ha già dichiarato che per una alleanza alle politiche vuole le primarie , e se Forza Italia o chi per esso non accetterà , si andrà da soli perchè il prcellum secondo ( voluto da Renzi + Berlusconi ) prevede una soglia di sbarramento al 4,5% facilmente superabile . Il Senato elettivo sarà abolito ?
    Stiamo cercando di ricostituire una destra tipo Msi+ destra nazionale di Almirante memoria ma riveduta sui problemi odierni dell’Italia e dell’Europa ( ad esempio il problema migranti ed il problema Merkel non esistevano ) ; ecco perchè dico di leggere il programma.
    Abbiamo il gemellaggio con Marine Le Pen , che ha dichiarato ; ” preferisco la Meloni ” nel rassemblemant di destra
    che verrà costituito nel Consiglio Europeo . Che volete di più !
    Il boicottaggio che ci fanno i media tv e la carta stampata non vi dice niente ?
    Per fortuna che ogni città ha il suo facebook seguitissimo di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale.
    Credo di essermi spiegato a sufficienza , per cui su questi argomenti chiudo il ping pong di chi vuole solo danneggiare la rinascita della destra .

  25. Possati, guardi che si e’ spiegato a sufficienza, ma questa classe dirigente non e’ credibile perche’ ha puttaneggiato negli ultimi 20 anni nel peggio bordello mai concepito chiamato ‘seconda Repubblica.’. E la figlia storpia di Fini e del nano di Arcore.
    Lei mi parla ancora di destra e sinistra e questo puo’ significare che Lei ,come la Meloni , non abbiate capito nulla ne’ del Fascismo che non era di destra, ne del postfascismo. In quanto alle alleanze tattiche con la Le Pen e alle mutazioni degli ultimi due mesi in senso nazional-patrotico, bhe’ soltanto i gonzi e qielli in malafede possono abboccare, Ho rispetto per Lei come persona e come militante , ma chi provienevdalle file della destra radicale conosce bene la propria distanza dalle macagne della destra istituzionale, almeno da 70 anni. Se deve dare un voto di Resistenza, si turi il naso e voti per Salvini o Grillo ,,.

  26. Mi dispiace, non seguirò il consiglio , sarebbe tradire il mio passato , il mio presente , il mio futuro .
    Ho fatto già un errore una volta o due ( comprese le amministrative ) turandomi il naso , votando Pdl .
    Ora ritorno alle origini , sperando che non mi deluda la
    Meloni , che ha fatto militanza come me fin da giovane .
    Provi a turarsi il naso…Lei .

  27. tradire il mio passato il mio presente e il mio futuro!
    ti ricordo che il nostro passato (almeno per chi ha militato nel fdg o nel msi) non aveva a che fare con i ladri e i boiardi di stato cosa c’entrano i LIGRESTI con noi e il nostro passato? cosa c’entra l’anti europeismo? cosa c’entra il nano e i suoi scagnozzi? e io che andavo ad incollare i manifesti con er maurizio qundo il buon teodoro era direttore di radio alternativa ora lo dovrei seguire? lui cammina con la scorta e fa l’ascaro del nano e io solo perchè abbiamo militato da giovani a sommacampagna dovrei seguirlo ? o èerchè negli anni 70 con alemnno frequentavamo la passaquindici dovrei seguirlo? e magari mettere il Kippah come GIANFRI DFA MONTECARLO? IO SONO E RESTO QUELLO CHE ERO ALL’ORA LAVORO COME LAVORAVO ALLORA, SONO PER LA LEGALITA COME LO ERO ALLORA SONO PER L’EUROPA NAZIONE COME LO ERO ALLORA SONO PER LO STARO CORPORATIVO COME LO ERO ALLORA E DARE IL MIO VOTO AI VARI SCAJOLA, DELL’UTRI, COSENTINO, FORMIGONI,SCHIFANI, CICCHITTO, LUPI, Miccichè, MASTELLA NON MI VA TU FAI COME CREDI MA IO VOTO GRILLO ALMENO MANDA TUTTO IN MALORA E NON SI VENDE

  28. “militanza” parola molto spesso abusata specie dalla fanciullina ritoccata, che ha approfittato alla grande della MILITANZA altrui. questo le ha permesso di creare insieme al suo degno compare prima i gabbiani che e’ diventato uno strumento di potere economico, all’interno delle componenti politiche,che si sono succedute nei vari anni di questa destra che al sig.re Possati piace tanto, per assumere non da oggi in tutto e per tutto quello che e’ , cioe’ un COMITATO DI AFFARI.Poi con i soldi del berlusca tanto corteggiato in quel di atreju,(come erano diversi gli interlocutori,e la platea nei campi hobbit o nelle sezioni ,potevi leggere negli occhi di quei ragazzi,uno spirito, un animo di ribellione,propio uguale uguale a chi passivamente ascolta le stronzate di fini sul fascismo senza intervenire, molto meglio le barzellette del nano di arcore almeno le sa raccontare)ha messo in piedi con altri sodali il loro personale partito.Per quello che mi riguarda insieme a molti altri,io mi turero’ il naso… evidentemente lei con quelle frequentazioni e’ abituato a certi odori.auguri!!!!

  29. Gildo anche io alle ultime elezioni ho votato grillo, ma i suoi eletti sono i diretti responsabili della cancellazione del reato di clandestinità, e il disastro lo pagheremo tutti.
    E’ chiaro che la componente comunista è maggioritaria in quel movimento, tanto da prevalere sul suo mentore che disse testualmente: ” se avessimo avuto l’abolizione del reato di clandestinità nel programma elettorale, avremmo preso percentuali da prefisso telefonico”.
    Credo che il partito più grande, anche questa volta, sarà quello ASTENSIONISTA.

  30. sansepolcro lo so che non serve ma almeno rompiamo il cerchio con grillo votare per chi poi porterà il tuo voto al nano non credo serva alla destra ne all’italia

  31. E’ Berlusconi che vuole , come la chiama lui , l’unità dei moderati , ma la Meloni ha già fatto sapere che è niet , finchè non esce dalla politica e non escono i Verdini e gli altri . Alfano , poi , ha fatto una scissione . Non trovate scuse per far votare Grillo ed andare a mescolarsi con gente che di destra non è affatto , basti pensare che ha votato per l’eliminazione del reato di clandestinità , che non dice una parola contro la mafia , per non perdere i voti dei padrini in Sicilia , e vuole dividere l’Italia ripristinando il regno delle due sicilie ( sic ) in un comizio a Napoli .
    Vi piace così ? Ma non venite a fare propaganda dicendo che siete di destra , non ingannate più nessuno , è come quando io Presidente di seggio nel 1972 , i comunisti gridavano ” astenetevi ” nelle piazze e nei giornali con false lettere e poi nei giorni delle elezioni i loro rappresentanti di lista portavano la gente a votare anche in barella .

  32. quello che vuole brlusconi non mki interessa tantomeno i moderati io ero sono e resto di DESTRA e che a te piaccia o no la DESTRA CHE SI INTENDEVA NEGLI ANNI 70 non la destra attuale

  33. Finche’ il termine ‘ destra ‘ non verra’ rinosso da un certo immaginario non si riuscira’ a costruire nessun blocco antagonista al potere …
    La prima battaglia e’ sulla rifondazione del linguaggio, sul posizionamento politico e sugli immaginari di riferimento.
    Il fascismo aveva nel suo immaginario la componente insurrezionalista risorgimentale … Nasceva dalla sinistra repubblicana nazionale e dal social- sindacalismo all’ ombra delle trincee della grande guerra.
    E’ il neofascismo che ha deviato. Si e’ fatto prendere in ostaggio ‘ a destra ‘ dalla triangolazione vaticano-usa-pci alla fine della seconda guerra mondiale.
    Il fascisno non e’ di destra, lo e’ stato il neofascismo , noi dovremo essere Oltre … Altrimenti la Meloni ed Alemanno si potranno sempre mantenere senza lavorare e con l’ indotto della politica politicante …. Il termine Destra deve mediaticamente morire.

  34. Se dopo queste elezioni, non si convocano immediatamente tutti i movimenti sociali, per realizzare un progetto culturale che guardi al futuro, non troveranno più nessuno ad aspettarli.
    La situazione attuale è il punto più basso mai toccato dall’area in tutta la sua storia. Le frammentazioni sono al record storico e cariche di ambiguità risentimenti personali. Ora che si è palesata la vera natura di personaggi che hanno inquinato e illuso come storace, romagnoli, e quella già risaputa dei camerieri larussa, meloni bisogna risorgere su la terza via alternativa.

    “Si lascino pure gli uomini del tempo nostro parlare, con maggiore o minore sufficienza e improntitudine, di anacronismo e di antistoria. […] Li si lascino alle loro “verità” e ad un’unica cosa si badi: a tenersi in piedi in un mondo di rovine. […] Rendere ben visibili i valori della verità, della realtà e della Tradizione a chi, oggi, non vuole il “questo” e cerca confusamente “l’altro” significa dare sostegni a che non in tutti la grande tentazione prevalga, là dove la materia sembra essere ormai più forte dello spirito. “(Evola lo scrisse nel ’34 ma è la situazione di adesso)

  35. Per tutti coloro che ancora credono in un modo diverso di fare politica,che si riconoscono in quella COMUNITA’POLITICA ed UMANA,che non ha “tradito” per un trespolo,vi consiglio di andare sul sito di no reporter e leggere l’appello di Gabriele Adinolfi”recuperare lo stile” tutti gli altri prego astenersi……!!! tanto non capireste!!

  36. Grazie Roberto maggi, l’ho appena letto ed è seguito anche da un secondo articolo.
    Manderò la mia email, speriamo che ci sia un seguito a queste parole.

  37. Per quanto negativo possa essere il giudizio su Fini, questa volta ha interpratato i sentimenti di molti: scimmiottare demagogicamente e per motivi di cassetta elettorale movivi antieuropeisti transalpini lo si è sentito da parte di molto(anche mia) come un vero e proprio tradimento di quei valori, idee e sentimenti di cui ci siamo nutriti sin da ragazzi quando cantavamo Europa Nazione. La costruzione democratica di una Europa unita anche politicamente è una impresa lunga e difficile. E quello che è stato fatto sino ad ora, che non è poco, ci ha consentito pace e prosperità. E se ci sono cose che non vanno, non per questo si dovrebbe demolire quel che è stato fatto, ma terminare la costruzione. Quel che è peggio, comunque, è che a quello che vanno dicendo non ci credono nemmeno loro. Il problema è che la destra italiana è priva di una adeguata classe dirigente.

  38. PER EDOARDO FIORE :

    https://www.facebook.com/pages/Fronte-della-giovent%C3%B9-surbo/237319073113743?fref=ts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>