1

Europee. Lega contro Alfano. Salvini: “L’immigrazione clandestina torni reato”

Pubblicato il 9 aprile 2014 da Eric Cantona
Categorie : Cronache Politica

salviniCon una felpa dai bordi giallorossi e la scritta Roma, Matteo Salvini ha oggi inaugurato la sede della Lega Nord-Patriae nella Capitale e ha colto l’occasione per rimarcare i contenuti della proposta degli autonomisti in vista delle elezioni europee.

Gli slogan e la campagna contro l’immigrazione clandestina

“Basta immigrazione, basta banchieri, basta Euro. La Lega Nord delle autonomie vuole una Europa delle Patrie”: questo sarà il mantra della campagna elettorale. Salvini ha poi aggiunti: “Ci dicono che stanno arrivando 500.000 immigrati dall’Africa, ma nello stesso tempo cancellano il reato di immigrazione clandestina. Questo è inaccettabile. Le imbarcazioni con i clandestini debbono essere prese, girate e riaccompagnate nei paesi di provenienza”. Per Salvini “chi vota per il Carroccio lo fa per uscire dall’Euro. Chi vuole crepare in nome della Merkel in questa Europa, per favore non ci dia il voto”.

La replica di Alfano

Il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha risposto a Salvini e numeri alla mano ha ricordato che il massimo numero di immigrati clandestini, oltre 62mila, si è registrato nel 2011, “dopo l’introduzione del reato di immigrazione clandestina”.

Il tweet di Salvini

Il segretario della Lega è poi tornato sull’argomento dall’account di Twitter: “Caro Alfano, ti pagano lo stipendio per difendere i confini, non per farci invadere da migliaia di disperati e delinquenti! Clandestino è reato! Pronti a raccogliere 500.000 firme?”.

La sede a Roma e il progetto nazionale

L’apertura di un ufficio romano conferma che la Lega di Salvini ha cambiato registro rispetto ai tempi di “Roma ladrona” del senatur Umberto Bossi. La prospettiva indicata dal neosegretario è di includere in una visione federale anche espressioni politiche dei circoli antimondialisti, delle associazioni per la sovranità nazionale nonché una parte dell’area della destra sociale (Alberto Arrighi, candidato di Alemanno alla presidenza del movimento giovanile di An, nonché ex parlamentare, è uno dei protagonisti di questa nuova esperienza).

lega nord romaI referendum leghisti

I militanti del Sole delle Alpi sono nelle piazze per raccogliere le firme per cinque referendum. Questi gli argomenti: abolizione delle prefetture; stop ai concorsi pubblici per gli immigrati; abrogazione della riforma Fornero; abrogazione della legge Mellin sulla prostituzione; abolizione della legge Mancino sui reati di opinione.

@barbadilloit

Di Eric Cantona

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>