0

La polemica. Ingroia commissario della Provincia di Trapani. Ennesimo regalo di Crocetta all’ex pm

Pubblicato il 20 febbraio 2014 da FMA
Categorie : Cronache

ingroia2L’ex Procuratore aggiunto di Palermo e leader di Azione civile Antonio Ingroia è il nuovo commissario straordinario della Provincia di Trapani al posto di Darco Pellos. Il decreto di nomina è stato firmato ieri dal presidente della Regione siciliana. Intanto Ingroia è già da pochi mesi a capo della società Sicilia e Servizi, scelto sempre da Rosario Crocetta. «L’ho messo nel territorio del boss latitante Matteo Messina Denaro – riferisce Crocetta – un segnale importante per la lotta alla mafia».

Una nomina che però non è piaciuta affatto all’Udc siciliano, partito che sostiene l’attuale maggioranza di centrosinistra alla Regione ma che a Roma, invece, è già rientrato nelle fila della coalizione guidata da Silvio Berlusconi. La notizia del nuovo incarico a Ingroia è piombata sull’Ars nel bel mezzo del difficile dibattito riguardante l’istituzione dei liberi consorzi tra comuni, enti che dovrebbero sostituire le ormai dismesse province regionali nell’isola. Intanto la maggioranza, vittima dei franchi tiratori, è andata clamorosamente sotto sulla nascita delle tre città metropolitane di Messina, Catania e Palermo, scheletro del futuro assetto degli enti locali in Sicilia.

Sulla nomina dell’ex pm ci sarebbero, tuttavia, alcuni dubbi relativi ai requisiti. Secondo l’art. 145 dell’ordinamento amministrativo degli enti locali approvato con legge regionale 15 marzo 1963 n.16, possono essere nominati commissari «i dirigenti, aventi professionalità amministrative, dell’amministrazione della Regione o dello Stato, in servizio o in quiescenza». Ingroia, che ha lasciato la magistratura, è un ex dipendente dello Stato ma non è ancora in pensione. Secondo fonti del governo regionale, invece, Ingroia rientrerebbe tra i dipendenti dello Stato in quiescenza pur non percependo ancora la pensione.

@barbadilloit

Di FMA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>