0

Il caso. Passa la riforma di Bankitalia. Proteste del centrodestra: “Consegnate il Paese alla finanza”

Pubblicato il 24 gennaio 2014 da Redazione
Categorie : Cronache Politica

banca d'italiaVia libera della Camera al testo del decreto legge Imu-Bankitalia, sul quale il governo aveva posto la questione di fiducia. 335 i sì, 144 i no, un deputato astenuto. Una seduta che è stata movimentata sia all’interno che all’estero dell’Aula dato che il fronte dei contrari al provvedimento va dal Movimento 5 Stelle a Fratelli d’Italia passando per Lega e Forza Italia. La misura del governo, che prevede tra l’altro l’eliminazione della seconda rata Imu ma che invece – come hanno denunciato diversi parlamentari – si occupa del riassetto proprietario della Banca d’Italia tramite rivalutazioni e vendita delle quote, è approdata alla Camera sul testo uscito dalla commissione identico a quello approvato dal Senato.

Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia hanno annunciato il voto contrario, e la formazione di Giorgia Meloni e Guido Crosetto ha anche organizzato un presidio in Piazza Montecitorio per protestare contro quello che è stato definito «il primo atto della segreteria Renzi». «Il governo, con totale condivisione da parte di Renzi, ha messo la fiducia sul decreto che regala Bankitalia alle banche, privatizzandola – ha commentato la Meloni – un atto vergognoso sul quale c’è stato un silenzio assordante».

Duro anche Massimo Corsaro, deputato di Fdi che in Aula è stato protagonista ieri di una serrata protesta contro il provvedimento: «Avete utilizzato il “treno” di questo dl per inserire qualcosa che con l’Imu non c’entra niente, un argomento delicato che il Parlamento avrebbe dovuto ampiamente discutere, come la governance della Banca d’Italia. Mettete la fiducia per non dare la possibilità agli italiani di discernere». Su cosa? «Ci state consegnando alla finanza internazionale – ha attaccato – che ha già dimostrato di non avere a cuore l’economia dell’Italia. Avete permesso che una banca possa vendersi le proprie quote di partecipazione, un fatto inedito in tutto il panorama internazionale».

Anche Forza Italia ha contestato la riforma. «Decreto e fiducia per una più che discutibile riforma della Banca d’Italia? Follia pura», ha scritto su Twitter il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri. «Letta privatizza Bankitalia svendendola ai suoi amici delle banche. E per paura degli emendamenti mette la fiducia. La rapina del secolo».

@barbadilloit

Di Redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>