1

Il caso. Alfano rompe con Berlusconi: è scissione. Fitto: “Atto gravissimo”

Pubblicato il 15 novembre 2013 da Beppe Maldera
Categorie : Politica

scissio«Mi trovo qui per compiere una scelta che non avrei mai pensato di compiere. Non aderire a Forza Italia». Angelino Alfano alla fine di una giornata drammatica ha deciso: è scissione. Nel corso della riunione dei governativi del Pdl ha annunciato lo strappo da Forza Italia e la nascita quindi di gruppi autonomi che si chiameranno “Nuovo centrodestra”. «Questa mia scelta di non aderire a Forza Italia – ha spiegato – nasce dal fatto che queste settimane mi hanno dato la riprova di quanto abbiano prevalso le forze più estreme all’interno del nostro movimento politico».

Rottura sì ma non a livello personale. «Sento fortissimo il bisogno di ribadire che in questi 20 anni non abbiamo sbagliato speranze, ideali e persona. Siamo amici del presidente Berlusconi a cui ribadiamo amicizia e sostegno. Lo sosterremo all’interno del governo a iniziare da una giustizia più giusta e dall’abbassamento delle tasse». Nel frattempo Renato Schifani ha rassegnato le proprie dimissioni da capogruppo del Pdl al Senato.

Nessun commento ufficiale da parte di Berlusconi (è filtrato solo un rumor del Cavaliere che avrebbe lamentato a un parlamentare: «Adesso Angelino mi fa i diktat…»), mentre ha parlato il leader dei lealisti Raffaele Fitto: «Da Alfano è venuto un atto gravissimo contro la sua stessa storia e contro Silvio Berlusconi, i nostri programmi e i nostri elettori. Il vero popolo di centrodestra giudicherà». Notizia nella notizia, poi, è che domani non si terrà nessun ufficio di presidenza del Pdl e quindi nessuna modifica al documento approvato nella precedente riunione.

Dicevamo di una giornata drammatica. Ci aveva provato, oggi, il Cavaliere a mettere l’ultima parola con la lettera scritto di pugno per chiedere unità davanti agli elettori. È stato tutto vano, perché la richiesta dei governativi – ossia un nuovo Ufficio di presidenza prima del Consiglio – è stata prima accordata ma poi, per intervento dei falchi, annullata. Davanti a questo è stata convocata da Alfano la riunione con i suoi. E da qui l’annuncio di non presentarsi al Consiglio nazionale perché nessuno di loro aderirà a Forza Italia: è scissione. Il Pdl non c’è più. E Forza Italia, il giorno prima di rinascere, si ripresenta con un divorzio.

Di Beppe Maldera

Una risposta a Il caso. Alfano rompe con Berlusconi: è scissione. Fitto: “Atto gravissimo”

  1. PECCATO UNITI ERAVATE FORTI DIVISI CHI SA ?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>