0

Calcio. Il flop australiano di Alex Del Piero e il possibile prossimo rientro (non alla Juve)

Pubblicato il 12 dicembre 2012 da Barbadillo
Categorie : Pallone mon amour

L’esperienza di Alex Del Piero in Australia si sta rivelando un flop. L’ex capitano della Juventus ha un accordo annuale con il Sydney Fc, ma si stanno valutando tutte le ipotesi.  Il 38enne attaccante italiano lo conferma: «Stiamo parlando, stiamo aspettando la decisione del club… Loro aspettano la mia: tutti sono in attesa. Abbiamo discusso alcuni argomenti, abbiamo un buon rapporto ma al momento dobbiamo pensare a quello che succede giorno per giorno». In ballo c’è il rinnovo del contratto, ma non si può escludere un ritorno in Italia.

Se l’accordo venisse prolungato, Del Piero arriverebbe a guadagnare 4 milioni di dollari australiani nel biennio 2012-2013: si tratta di una cifra notevole per un giocatore che è fermo da trenta giorni per un problema muscolare al polpaccio. Il suo contributo alla squadra è stato minimo: solo 5 gol e la classifica mostra un ultimo posto imbarazzante per il Sydney Fc nella A-League con il Brisbane Roar.

Tony Pignata, chief executive del Sydney, regista della straordinaria operazione di mercato: «Abbiamo avuto colloqui preliminari qualche settimana fa e tutto lascia supporre che Ale voglia rimanere». Dopo le dimissioni di Ian Crook, in panchina c’è l’ex meteora del Bari anni ottanta, Frank Farina. Insomma il rinnovo è una ipotesi (lontana), mentre allo stato i dirigenti del Sydney si chiedono se l’ingaggio valga l’impresa. Per questo, dallo staff del giocatore arrivano segnali di malumore. Che potrebbero materializzarsi in un biglietto per l’Italia (per Torino, ma non a casa Juve). Sola andata.

Di Barbadillo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>