0

Irlanda. I soldati della “Bloody Sunday” potrebbero essere arrestati

Pubblicato il 20 ottobre 2013 da mdf
Categorie : Esteri

 

sunday bloody sundayUna ventina di soldati inglesi, ormai in pensione, tra i protagonisti della strage nella “Bloody Sunday”, potrebbero essere interrogati e arrestati dopo l’inchiesta curata da Lord Saville: le ipotesi di reato ipotizzate sarebbero omicidio, tentato omicidio e lesioni criminali. La notizia è stata diffusa dal quotidiano “The Sunday Times”.

Il Ministero della Difesa inglese ha previsto di assumere avvocati per difendere i soldati al centro di un processo che riguarda uno degli episodi più controversi e sanguinosi della storia dei Troubles.

 

In dodici anni di inchiesta, Lord Saville ha scoperto anche che tutti i militanti irlandesi  colpiti dai paracadutisti inglesi durante una marcia cattolica a Derry nel gennaio 1972 erano disarmati, e ha definitole uccisioni “ingiustificate e ingiustificabili”.

Quando nel 2010 fu presentato il “Rapporto Saville” sulla strage a Derry, Gerry Adams, leader del Sinn Féin commento così: “Oggi è un giorno storico per le famiglie dei morti e dei feriti nella Bloody Sunday. Hanno lottato per 38 anni per la verità e per la giustizia. Hanno condotto una campagna nei confronti del governo britannico per porre fine alla politica di insabbiamento e occultamento. Oggi Lord Saville ha messo le menzogne nella pattumiera della storia e con essa gli insabbiamenti autorizzati dall’Establishment Britannico e andato avanti per quasi quattro decenni. Lo Sinn Féin continuerà a sostenere le famiglie della Bloody Sunday nel prossimo futuro”.

@waldganger2000

 

Di mdf

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>