0

Il caso. Le nuove veline di Striscia? I baldi giovani Elia e Pierpaolo

Pubblicato il 23 settembre 2013 da Marco Petrelli
Categorie : Televisionando

veliniAvete presente le Veline? Bene, scordatele perché da quest’anno lo stacchetto della mora e della bionda non ci sarà più. Follia? No, questa è la nuova Striscia La Notizia che butta sul tavolo una doppia coppia: due conduttrici, Michelle Hunziker e Virginia Raffaele, e due baldi giovanotti, Elia Fongaro e Pierpaolo Petrelli che prenderanno il posto di Alessia Reato e Giulia Calcaterra. Insomma, niente più bellezze che si muovono sulle note di scatenati brani dance prima dei servizi di Staffelli e Ghione. Adesso è il turno di Elia e Pierpaolo, 22 e 23 anni, primi maschietti a sfilare di fronte ai conduttori.

Che il patron di Striscia Antonio Ricci avesse “modificato” stile e presenza delle veline ce ne eravamo accorti da un pezzo, in particolare da quando i caldissimi daisy duke d’ordinanza erano stati rimpiazzati da abiti sempre cool ma un po’ più casti. La vera svolta arriva però lo scorso giugno quando ad Alessia e Giulia non è stato rinnovato il contratto.Stando ad informazioni reperite in rete sarebbero state proprio le due showgirl a svelare alcuni retroscena circa il cambiamento di rotta negli studi di Canale 5. Ad un settimanale di gossip avrebbero infatti spiegato che dopo anni di “anti velinismo” militante Ricci, stanco delle critiche velenose sul ruolo delle vallette, avrebbe deciso di pensionare le showgirl. E l’occasione si sarebbe presentata quando la Rai ha escluso Miss Italia dalla programmazione. “Quando la Rai non manderà più Miss Italia toglierò le veline”, pare si fosse ripromesso Ricci. E così è stato, promessa onorata.

Una scelta radicale sì, che tuttavia non altera il format: il Tg manterrebbe la connotazione irriverente, riuscendo nel contempo a mescolare satira sociale e politica alla denuncia diingiustizie e sprechi. Ma se Striscia continua il suo cammino, Miss Italia se la vede meno bene: di poche ore fa la notizia che l’accordo con LA 7 per la diretta del gran finale del 13 ottobre sarebbe saltato. Miss a porte chiuse? Non si sa. Probabilmente sarà lo streaming a salvare un concorso che quest’anno compie settantaquattro anni; trasmesso in tv per la prima volta nel 1979, negli anni è diventato un piccolo mito del del tubo catodico al pari sia di Striscia sia del breve ma immortale Drive In.

Di Marco Petrelli

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>