0

Calcio. Rifiuta il Corinthias per rimanere in provincia, il Brasile impazzisce per il ‘Gordo’ Walter

Pubblicato il 22 settembre 2013 da Claudio André Taffarel
Categorie : Pallone mon amour Sport/identità/passioni

WALTERQuando si dice una punta di peso: Walter Enrique da Silva, centravanti del Goias, dimostra al mondo che per giocare al calcio non è necessario avere una silhouette da ballerine. Cento chili di attaccante, per 176 centimetri d’altezza,  il 24enne Walter – che gioca nel Goias – è entrato pure nel taccuino degli osservatori del Corinthias, una delle squadre più prestigiose del massimo campionato carioca. Ma il puntero gordo dei biancoverdi di Goiana, che finora ha già segnato in questo primo scorcio di campionato già otto gol (tra cui la doppietta che ha permesso al sorprendente Goias di stendere il titolatissimo Gremio) ha deciso di rimanere lì dove si trova ed all’idea di sbarcare a San Paolo e raggiungere l’ex milanista Pato ha preferito rimanere lì dove si trova.

Quello che è diventato l’uomo del giorno in Brasile ha confessato tutte le sue magagne: non sa rinunciare ai dolci e si alza di notte per mangiare biscotti e torte. Insomma, la disciplina non è proprio il suo forte. Lui preferisce segnare. Un po’ come il Bisonte Dario Hubner: tra Cesena, Piacenza e Brescia ha fatto caterve di gol specie in serie A. Ma Hubner non era tipo da sottostare troppo facilmente alle regole e nessuno al mondo – manco il ct della Nazionale – avrebbe mai potuto togliergli le sue quindici sigarette quotidiane ed il piacere di un bicchiere di vino in più.

 Ecco come Walter ha schiantato il Gremio…

Di Claudio André Taffarel

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>