0

Premier. Il Sunderland annaspa e Di Canio si infuria: “Subiti tre gol patetici”

Pubblicato il 1 settembre 2013 da Giovanni Vasso
Categorie : Sport/identità/passioni

Paolo Di CanioDisfatta Sunderland in casa del Crystal Palace, le Linci restano al penultimo posto con un solo punto in classifica e Di Canio s’incazza: “Gol patetici, questi giocatori devono lavorare sodo. Basta essere snob”.

Giornata da dimenticare per la truppa biancorossa nonostante il ritorno di Steven Fletcher che segna pure il gol del momentaneo pareggio, al 64esimo. Ma nemmeno il bomber scozzese, entrato nel secondo tempo al posto del sudcoreano Ji, può farci niente se il capitano John ‘O Shea, leader della difesa e luogotenente fidatissimo dello stesso Di Canio, si fa espellere al 77esimo regalando un rigore alle Aquile con un’entrata su Dwight Gayle.

L’incontro è combattuto da entrambe le parti ma, nel primo tempo, sono i padroni di casa ad andare in vantaggio con il difensore Danny Gabbidon che approfitta di una dormita generale della Maginot del Sunderland sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nel secondo tempo Di Canio corre ai ripari e fa entrare Fletcher. Nonostante non abbia ancora recuperato del tutto dall’infortunio che lo ha tenuto fuori per diverso tempo, lo scozzese non delude e di testa trafigge il portiere rossoblu Julien Speroni. Passano tredici minuti e il Sunderland si autodistrugge. ‘O Shea atterra in area Gayle: rosso e rigore. Sul dischetto si presenta proprio l’attaccante del Crystal Palace che beffa Westwood, in giornata non certo di grazia.

Al 92esimo l’ultimo schiaffo. Stuart O’Keefe si inventa un mezzo pallonetto dal centro dell’area dove viene lasciato libero di fare proprio tutto quello che vuole. Il Sunderland adesso è in fondo alla classifica: penultimo con un punto insieme al West Bromwich e sopra soltanto allo Swansea ancora a secco.

Dopo il match Di Canio si è arrabbiato di brutto: “Abbiamo preso tre gol veramente patetici che ci impediranno di tornare a Sunderland con dei punti in tasca” e già promette serie lavate di capo ai suoi, troppo poco attenti e che, a dirla tutta, hanno letteralmente regalato la partita al Crystal Palace. Che ringrazia. Adesso, fra due settimane, i biancorossi attendono l’Arsenal allo Stadium of Light. E non sarà certo una gara semplice per le Linci.

@barbadilloit

Di Giovanni Vasso

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>